3 strumenti + 3 per creare immagini originali

3 strumenti + 3 per creare immagini originali
5 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 5 LinkedIn 0 Pin It Share 0 5 Flares ×

Sia che tu scriva per il tuo blog personale, sia che ti prenda cura di un sito o blog aziendale, sai già quanto sia importante curare la parte visuale e corredare i propri testi con immagini originali.
La parte visuale può fare la differenza tra la lettura e l’abbandono della pagina web: evocativa e preferibilmente emozionale, chiarisce il contenuto del testo (se coerente con esso) e ci evita lo spiacevole scontro con un muro di testo che sembra inespugnabile.

Se invece non ne fossi ancora consapevole, vai a leggere l’esauriente post sul perché (e come) scegliere le immagini giuste, e poi torna subito qui per scoprire come realizzare delle immagini originali per i tuoi post.

 

Rieccoti! Utile il post di Maria Grazia, vero? Dicevamo… Questa settimana voglio spiegarti quali strumenti utilizzare per modificare in poche mosse un’immagine. Infatti un blogger ci ha chiesto quali siano gli strumenti migliori per rendere uniche le immagini, modificandole, aggiungendovi del testo e creando dei collage.

 

Per cominciare facciamo subito una distinzione fondamentale: l’immagine che vuoi modificare è tua?*

No: assicurati di rispettare i diritti del proprietario della foto; controlla se sia utilizzabile da terzi e come. Se non sai nulla di licenze Creative Commons, photo credits e pensi che Google sia una miniera di immagini gratuite, dedica tre minuti alla lettura del post che ti ho consigliato poco più su.

 

Sì: bene, preparati a sperimentare gli strumenti che ti consiglieremo e trova quello che fa al caso tuo!
Per stilare questo elenco di strumenti per la modifica di immagini e la creazione di collage, abbiamo applicato 4 parametri:

  • gratuità;
  • facilità d’uso;
  • non obbligatorietà di creazione di un account;
  • uso online (non è necessario il download di software sul pc).

 

I primi tre strumenti per la modifica e la creazione di collage di foto sono:

  1. Canva: forse il più recente strumento venuto in soccorso dei professionisti e degli appassionati di contenuti visuali ben fatti; si possono utilizzare immagini proprie o sfondi reperibili sulla piattaforma (alcuni di essi sono a pagamento); consente di creare immagini con le dimensioni perfette per ciascun social network; con Canva non diventerai un designer ma di certo produrrai rapidamente contenuti molto belli;
  2. PicMonkey: uno dei migliori strumenti gratuiti online; da provare almeno una volta per modificare le tue immagini e creare collage;
  3. Pixlr: propone strumenti diversi in base alle tue esigenze e al device da utilizzare; versione desktop e mobile, da utilizzare online o da scaricare sul pc (o sul Mac), gratuita e a pagamento; il suo editor è uno dei più avanzati online e ricorda molto le suite di photo editing, un po’ scomodo è il dover cambiare strumento in base a ciò che si debba (per esempio, per creare un collage bisogna passare dall’editor al Pixlr Express).

Te ne consigliamo anche altri tre, che abbiamo spesso letto tra gli strumenti consigliati da blog stranieri:

  1. Picadillo: permette sia la modifica sia la creazione di collage di immagini; più semplice dei precedenti, risulta comunque funzionale;
  2. iPiccy: il lavoro su questa piattaforma è disturbato dai molti banner pubblicitari ma questo disagio può essere presto eliminato installando un plugin ad hoc; i font non sono dei più belli ma se devi creare delle immagini basic sono più che sufficienti;
  3. Fotor: permette sia l’editing che la creazione di collage.

 

Non indugiare oltre e prova i tool che ti abbiamo consigliato e poi facci sapere qual è il tuo strumento preferito tra questi o, meglio ancora, quale secondo te dovremmo aggiungere a questa lista.

 

* Ricordati che, sia per l’etica professionale sia per la legge, non dovresti soltanto possederne i diritti: assicurati di poterla pubblicare e che non ritragga persone che potrebbero in alcun modo sentirsi lese da essa. Per esempio, se stai scrivendo un post su un evento al quale hai partecipato e volessi utilizzare le foto scattate da te o da altri (ti hanno autorizzato?, attribuirai la corretta paternità?), è buona norma assicurarti che i presenti abbiano sottoscritto una liberatoria, cioè una dichiarazione scritta con il quale il soggetto ritratto o ripreso autorizza la diffusione della propria immagine (fonte) e puoi approfondire partendo da Wikipedia. Essa è obbligatoria nel caso in cui i soggetti delle foto siano minorenni. A meno che l’evento non si sia svolto in pubblico o non sia di interesse pubblico, e in tal caso l’obbligo della liberatoria decade.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 5 LinkedIn 0 Pin It Share 0 5 Flares ×