Calendario editoriale: organizza il tuo blog e combatti la sindrome del foglio bianco

Calendario editoriale: organizza il tuo blog e combatti la sindrome del foglio bianco
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Hai un blog? Allora devi creare e seguire un calendario editoriale: se non sai ancora di che cosa si tratta, non ti preoccupare, la Palestra (la nostra, quella con la P maiuscola) è qui pronta a spiegarti l’importanza di programmare i tuoi post.

Il calendario editoriale, infatti, altro non è che un piano, realizzato solitamente su base mensile, che ti permette di gestire cosa scrivere e quando pubblicare.

Perché devi seguire un calendario editoriale?

La prima risposta che mi viene in mente è quella più ovvia: per riuscire, sempre, ad avere sotto controllo il tuo blog. Non ci sono scuse, pubblicare un post ogni giorno e poi, per qualche settimana, non scrivere più nulla perché, giustamente, non hai più idee, è davvero controproducente.

Non solo per te, che passi ore di fronte a un foglio bianco, ma sopratutto per il tuo lettore che, sicuramente, troverà delle alternative, inizierà a seguire altre persone e, ben presto, si dimenticherà chi tu sia. Il web è fatto così e, quindi, programmazione e organizzazione devono diventare due delle tue migliori amiche.

Calendario editoriale: i 6 punti da tener presente

Come si crea un calendario editoriale? Cosa devi considerare nel momento in cui vai a pianificare quali saranno i post del tuo blog?

  • I tuoi lettori. Chi sono e cosa vogliono. Solo tu puoi saperlo e fornire loro contenuti interessanti che li stimolino a ritornare nelle tue pagine.
  • Le tue possibilità. Quanto tempo puoi dedicare al tuo blog? È il tuo lavoro primario, oppure già svolgi un’altra attività? Anche in questo caso solo tu lo puoi sapere: studia bene le tue esigenze, le tue possibilità e cerca di non strafare, dopo pochi mesi potresti perdere l’entusiasmo iniziale.
  • Gli argomenti. Crea contenuti utili, che informino, aiutino e intrattengano. Cerca le keyword più opportune e, per ogni categoria del tuo blog, trova le giuste tematiche.
  • Quando programmare. Prova a capire quando sono maggiormente online i tuoi potenziali lettori e agisci di conseguenza: mattina, pomeriggio, sera o fine settimana? Imposta una strategia, tenta e studia le statistiche del tuo sito. Sperimenta e, nel caso, cambia il tuo piano.
  • Elasticità. Della serie, tutto può succedere. Preparati perché, a volte, il tuo calendario potrebbe essere sconvolto. Una notizia importante, un evento di cui non sapevi l’esistenza, una nuova scoperta… meritano un posto in prima fila nel tuo blog.
  • Dove farlo. Eh sì, hai creato un perfetto piano editoriale, sai come, quando e cosa pubblicare ma hai tutto impresso solo nella tua mente: è arrivato il momento di trovare un posto più o meno fisico dove mettere tutto per iscritto. Se sei un nostalgico puoi utilizzare un classico quaderno o un’agenda, io preferisco Google Calendar e Drive, per avere sempre tutto sotto controllo.

E ora che hai capito l’importanza di avere un calendario editoriale per il tuo blog, sei pronto a rimboccarti le maniche e iniziare a pianificare il tuo?

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×