Come usare i social media per lavoro

Come usare i social media per lavoro
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Non si può dimenticare che la prima reazione delle piccole e medie imprese italiane all’avvento dei social media è stata una cordiale indifferenza condita da una buona dose di scetticismo. Sembravano cose “da giovani” o, per bene che andasse, da super aziende statunitensi. Vediamo oggi, a distanza di qualche anno dalla loro comparsa, come si possono usare questi strumenti, integrandoli nel proprio modo di fare impresa, partendo dall’inizio.

Cosa sono i social media

I social media sono, in generale, dei siti internet su cui occorre registrarsi creando un profilo per poi condividere contenuti di vario tipo (testo, video, foto) con una rete di persone di propria conoscenza diretta o di proprio interesse.

Ormai, oggi, quasi tutti hanno sentito parlare dei social media più famosi e di successo: Facebook, Twitter, Linkedin e Instagram. Ognuno ha una sua grammatica specifica e la scelta dei più adatti a diventare strumento di comunicazione per il proprio lavoro, dipende da una moltitudine di fattori, dalle competenze già presenti in azienda, al tipo di prodotto e di cliente che si vuole intercettare.

Come sfruttare i social media

La forza primaria dei social media, che resiste ai mutamenti – praticamente quotidiani – dei singoli strumenti, è la loro vocazione a generare relazioni in maniera facile e veloce con clienti, collaboratori, follower in generale.

Da parte dell’azienda, però, ci sono alcuni nodi che vanno affrontati:

–    Cambiare le strategie, mettendo al centro l’ascolto continuativo di clienti e stakeholder, il dialogo e il supporto delle loro attività.

–    Essere sempre il più possibile trasparenti e umani, attivando conversazioni autentiche, meno aziendalesi e più dirette.

–    Condividere, chiedere e delegare decisioni direttamente alla propria audience, poiché il feedback è immediato e sincero, merce preziosissima per calibrare ogni attività.

–    Fare attenzione al valore delle relazioni ed essere preparati a reazioni positive e negative, prevedendo un protocollo di gestione delle crisi.

In conclusione: interiorizzare il significato profondo che sta alla base del meccanismo dei social media, non può prescindere da una maturazione della consapevolezza aziendale nel rapporto con i clienti.

Acquisito questo valore, declinarlo sui diversi mezzi è il secondo passo, altrettanto fondamentale.

Tu come usi i social media sul lavoro? Sei riuscito a sfruttarne il potenziale?

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×