Vuoi guadagnare con i marketplace? Scegli Greatcontent!

Vuoi guadagnare con i marketplace? Scegli Greatcontent!
5 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 5 LinkedIn 0 Pin It Share 0 5 Flares ×

Dopo aver visto quali sono i vantaggi e gli svantaggi che possono derivare dall’iscrizione a un content marketplace è giunto il momento di iniziare a conoscerli meglio uno alla volta. Mettiti comodo e parti con me alla scoperta di una piattaforma che è, a mio parere, la migliore tra quelle che operano attualmente in Italia: Greatcontent.

Greatcontent: contenuti di qualità per il web

È così che ci accoglie il sito internet della società tedesca. È proprio dal quartier generale di Berlino che operano i diversi team internazionali, tra cui quello italiano. Greatcontent, dopo il successo riscosso in patria, ha deciso di allargare i suoi confini e di proporre il suo servizio sul mercato europeo, ma anche in Brasile e nei Paesi sudamericani di lingua spagnola.

Si fa un gran parlare dell’importanza dei contenuti di qualità e proprio la qualità dei testi prodotti sui marketplace è uno dei maggiori difetti di queste piattaforme. Greatcontent però fa della qualità dei suoi autori – e di conseguenza dei testi realizzati – uno dei suoi più importanti cavalli di battaglia. Come ci riesce? Assegnando un livello di qualità a ciascun autore subito dopo l’iscrizione e valutandone costantemente la produzione. In questo modo ciascun autore può accedere ad ordini che sono in linea con le sue capacità, ricevendo la retribuzione prevista e il cliente che ha richiesto il testo avrà la sicurezza di ricevere un lavoro rispondente alle sue aspettative.

Iscrizione e testo di prova

Per diventare autore bastano pochi minuti: è sufficiente compilare il form con i dati anagrafici e confermare il proprio indirizzo email. A questo punto, per poter accedere alla piattaforma, dovrai scrivere un testo di prova scegliendo tra diverse alternative. Questa prova serve a valutare sia l’ortografia e la sintassi, sia la capacità di inserire in modo naturale le parole chiave fornite (una capacità fondamentale nella scrittura online). Ancora, sono analizzati lo stile, la ricchezza delle informazioni e la capacità di creare un contenuto interessante per il lettore. Sulla base della valutazione del tuo testo, lo staff ti assegnerà un livello di qualità.

I livelli di qualità e la retribuzione corrispondente

I livelli di qualità sono sei e sono espressi in stelle: si va da 2 a 5+. La difficoltà e la lunghezza dei testi, così come la retribuzione, sono proporzionali al livello scelto dal committente. La forbice dei compensi è compresa tra 0,7 centesimi a parola per i testi di categoria 2 stelle (indicativamente contenuti redatti per i bot dei motori di ricerca) e 3,7 centesimi a parola per i testi di livello 5+ (testi specialistici).

Le tipologie di ordine

Su Greatcontent esistono tre diverse tipologie di ordini: Open, aperti a tutti gli iscritti alla piattaforma che abbiano un livello di qualità pari o superiore a quello corrispondente ai testi richiesti; Group, riservato a un numero ristretto di autori, scelti dal committente (questi ordini sono pagati di più); Direct, inviati direttamente a un autore. Ogni autore fissa liberamente la propria tariffa per i Direct Order e può modificarla per ciascun committente.

Le tipologie di contenuti

Probabilmente a questo punto ti starai chiedendo: “Sì, ma che testi posso scrivere su Greatcontent?”. A me è capitato di scrivere testi per un importante blog di viaggi, qualche comunicato stampa, ho fatto qualche traduzione, ho scritto delle brevi descrizioni di prodotti. E ancora, ho scritto di macchine fotografiche, di elettrodomestici, di codici sconto… È questo il bello del mestiere di web writer, no? Ogni giorno si impara qualcosa di nuovo e si affronta una nuova sfida comunicativa.

I dettagli dell’ordine e il briefing

Gli ordini disponibili sono visibili in home page. È sufficiente cliccare sul titolo per leggere i dettagli dell’ordine e decidere se prenotarlo o meno. Il briefing contiene tutte le indicazioni necessarie a svolgere il lavoro:

  • Il numero di parole richiesto
  • La scadenza entro la quale consegnare l’articolo
  • Le eventuali parole chiave da inserire e il loro numero
  • Le indicazioni stilistiche
  • Le eventuali richieste per la formattazione dell’articolo

Combattere i contenuti duplicati è una delle missioni di chiunque lavori sul web con onestà. E a maggior ragione i content marketplace sono interessati a fornire ai propri clienti contenuti unici e originali. Per questo, ogni testo è sottoposto a un controllo automatico antiplagio subito dopo l’invio. Qualora dal controllo emergano parti di testo copiate l’autore ha due ore di tempo per modificare il testo e consegnarlo una seconda volta.

Feedback e valutazione dei testi

Ciascun articolo viene valutato dal committente che può decidere di accettarlo, chiedere una revisione o rifiutarlo. Ogni volta che un testo viene approvato, l’autore riceve un feedback che sintetizza il rispetto o meno delle aspettative del committente che ha ricevuto l’articolo. In particolare, sono quattro i parametri che vengono valutati:

  • La qualità del contenuto e delle informazioni fornite
  • La correttezza ortografica e grammaticale
  • Lo stile e la leggibilità
  • Il rispetto dei tempi di consegna

L’insieme dei feedback ricevuti influisce sul livello di qualità assegnato all’autore, che può scendere o salire. Parallelamente alla valutazione espressa dal committente, anche il team di Greatcontent valuta costantemente la qualità del lavoro svolto dai suoi autori, per fornire una valutazione rispondente il più possibile alle effettive capacità dell’autore.

Il profilo personale

Un altro dei difetti delle piattaforme che permettono la creazione di articoli retribuiti è l’anonimato degli autori, che finiscono col sembrare operai della parola muti e invisibili. Se garantire l’anonimato è un interesse comprensibile delle società che forniscono questo servizio (dal momento che autori e committenti potrebbero aggirare il sistema e stabilire un contatto al di fuori), Greatcontent permette comunque agli autori di disporre di una vetrina nella quale presentarsi ai clienti e dar loro un’idea delle proprie competenze. Il profilo contiene una proprio foto (o un avatar), una breve descrizione, la tariffa fissata per i Direct Order (di default è 1,5 centesimi a parola), l’indicazione delle categorie di maggiore competenza e un prospetto che riepiloga la propria storia come autore. In questo prospetto sono mostrati il numero di articoli scritti, la percentuale di articoli accettati e un riepilogo dei feedback ricevuti.

Il pagamento

Ma veniamo all’aspetto che forse più interessa chi scrive online: come avviene il pagamento? Si può richiedere il pagamento in ogni momento, purché si sia raggiunta la soglia minima di 25€. Si può scegliere alternativamente l’accredito sul proprio conto corrente o sul conto PayPal.

Altre opportunità per gli autori

Di recente Greatcontent ha introdotto due novità che rappresentano opportunità aggiuntive di guadagno per i suoi autori. La prima novità è l’accordo siglato con DomainBoosting, che permette a chi ha un blog di pubblicare in questo spazio articoli sponsorizzati. Una seconda opportunità è data dalla possibilità di proporre titoli a committenti interessati a pubblicare nuovi contenuti sui propri siti ma a corto di idee. Nel caso in cui il committente approvi il titolo proposto, l’articolo viene assegnato automaticamente all’autore che lo ha ideato.

Il mio giudizio? Te lo consiglio!

Sulla base della mia esperienza, posso definire Greatcontent come un’oasi nel deserto dei marketplace di contenuti editoriali. I motivi per affermarlo sono tanti, te ne sintetizzo qualcuno:

  • i compensi sono più elevati di quelli offerti dalle piattaforme concorrenti
  • gli articoli sono frequenti e vari
  • c’è la possibilità di stabilire collaborazioni stabili con uno o più committenti
  • se sei un autore capace il tuo lavoro viene valorizzato e apprezzato e hai maggiori opportunità
  • esiste un’organizzazione fatta di persone serie e competenti

Tu ha già testato la piattaforma? Condividi la tua esperienza!

Photo Credit: Greatcontent.it

6 Comments

  • Valentina Posted 7 luglio 2014 12:28

    Ciao, molto interessante il tuo articolo!
    Visto che però siamo in Italia mi sovviene un dubbio: che tu sappia bisogna esporre questo tipo di guadagni nella dichiarazione dei redditi?

    Grazie!

    Valentina
    http://www.peekabook.it

    • Luana Galanti Posted 7 luglio 2014 13:55

      Ciao Valentina, sì, come ogni altro tipo di reddito va dichiarato. In che modo deve essere dichiarato e come viene tassato dipende dalla situazione fiscale di ciascuno, perciò per non commettere errori ti posso consigliare di rivolgerti a un commercialista o a un CAF che ti sapranno dire come comportarti per rispettare le complicate norme del Fisco italiano! 🙂

  • Marco Posted 7 gennaio 2015 11:43

    Confermo … il migliore in assoluto, con un discreto numero di open order, e a lungo termine anche collaborazioni dirette con alcuni editori e/o iscrizioni a teamorder anche importanti (a dicembre ho scritto per autoscout24 ad esempio) ed ora sono inserito in un teamorder di una società quotata in borsa.
    Poi magari son di parte, visto che sono stati i primi a darmi la quinta stellina come autore 😛

  • Rodolfo Posted 20 maggio 2015 12:21

    Ciao, non posso che ringraziarti per questo post, mi è stato davvero utile.
    Ciao e grazie ancora

  • Agnese Barisone Posted 12 giugno 2015 17:45

    Per la rubrica “Pillole di Tempismo” va ora in onda: Quel momento in cui finalmente decido di avvicinarmi al mondo dei marketplace e Great Content non ha più spazio per nuovi autori. 😀

    • Marco Posted 17 settembre 2015 16:16

      Io sono iscritto dal 2013. Ho avuto il tuo stesso intoppo con Textmaster.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 5 LinkedIn 0 Pin It Share 0 5 Flares ×