I ruoli di WordPress: differenze tra amministratore, editore, autore e sottoscrittore

I ruoli di WordPress: differenze tra amministratore, editore, autore e sottoscrittore
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Come abbiamo visto in precedenza, una volta creato un nuovo utente sul nostro blog, dovremo assegnargli uno tra i ruoli di WordPress che la piattaforma dispone. Come sceglierlo? Ovviamente in base a ciò che la persona dovrà fare dentro al sito.
Questo passaggio è delicato e fondamentale, perché da questo potrebbero dipendere collaborazioni ottime o grandiosi epic fail.

Quattro diversi ruoli di WordPress

Per selezionare i ruoli con i relativi permessi devi tenere in considerazione queste specifiche:

Amministratore: può agire su tutti gli aspetti del blog, sul tema, sui widget, aggiungere e eliminare utenti, modificare i ruoli, ha completo accesso alle funzionalità del sito e può fare qualunque cambiamento.
Può caricare e cancellare articoli, pagine, foto e video, installare e rimuovere plugin. È bene avere un numero limitato di amministratori e optare per uno tra i ruoli che vediamo qui sotto, riflettendo bene sulle azioni che realmente ci servono dalle persone.

Editore: può lavorare su tutti i contenuti del sito, creare, pubblicare e fare cambiamenti, aggiungere e eliminare articoli e pagine, inserire e cancellare tag e categorie, fare da moderatore sui commenti, caricare immagini. Può agire sia sui suoi articoli, sia su quelli degli altri autori.

Autore: ha un ruolo più limitato dell’Editore. Può creare, pubblicare, modificare, aggiungere immagini soltanto ai propri articoli, sia in bozza, sia pubblicati.

Collaboratore: ha un ruolo simile all’Autore quindi scrive e gestisce i propri articoli, ma non può pubblicare. Può salvare in bozza ma deve lasciare revisione e approvazione ad Amministratori, Editori o Autori. È il ruolo normalmente assegnato ai guestblogger.

Sottoscrittore: è semplicemente il lettore del blog. Può leggere e inserire commenti e ricevere newsletter. È un visitatore che vuole rimanere aggiornato e interagire con gli altri lettori nei commenti, così sceglie di iscriversi al blog. Ovviamente non può fare nessuna modifica, riceve solo notizia nel momento in cui vengono pubblicati nuovi articoli.

Come vedi ci sono moltissime possibilità di personalizzazione nei ruoli di WordPress. Tu hai già sperimentato queste soluzioni? Come ti trovi?

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×