Il postino dei blog post

Il postino dei blog post
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Oggi rispondiamo a una domanda sulla promozione dei post appena pubblicati. Nello specifico ci hanno chiesto se usiamo «servizi di newsletter o mailing-list su Google per comunicare ai nostri contatti la pubblicazione di un nuovo post».

Ogni nuovo post deve ottenere l’attenzione che merita: questo merito presuppone che il post sia interessante (e può esserlo in molteplici modi) e necessita di essere comunicato ai potenziali interessati. Certo, con il rumore assordante del web, non è facile che chi sia interessato a te venga subito a conoscenza dei tuoi ultimi aggiornamenti. Soprattutto se consideriamo che ogni minuto vengono inviate 204.000.000 mail, twittati 277.000 tweet, caricate 72 ore di nuovi video su YouTube e condivisi 2.460.000 contenuti su Facebook (fonte: Domo.com).
Quindi trovare dei modi efficaci per attirare l’attenzione, farsi trovare e soprattutto non farsi dimenticare possono essere molto utili. Ne elenco alcuni:

Condivisione automatica sui social network (personali o correlati al sito/blog in questione).

Per esempio, se usi il CMS WordPress, inserendo gli account social dai quali preferisci promuovere il tuo blog, puoi impostare la condivisione automatica di ogni post al momento della sua pubblicazione.

Newsletter

Splendido strumento informativo. Ma implica che il lettore, al quale comunicherai la pubblicazione del nuovo post, abbia deciso di iscriversi alla tua newsletter prestando il consenso all’uso dei suoi dati personali (o di un solo dato: il suo indirizzo mail). Se così non fosse non vi è alcuna newsletter da mandare e nessuno cui mandare mail che non farebbero altro che disturbare il potenziale lettore (interessato? chissà!) e condurti nel girone degli spammers. Se invece avessi il loro consenso ti consiglio di imparare a usare MailChimp: facile da impostare, ha anche una opzione RSS to email che permette di inviare via mail gli aggiornamenti di un blog.

Né la newsletter né la gestione di una mailing list equivalgono all’invio di una mail con un numero spropositato di destinatari… NO, non far finta di nulla, è una pratica odiosa e deprecabile. E, per chi si sentisse più ispirato, taggare tutti quelli che riesci a taggare in un post su Facebook non si allontana molto da quel peccato capitale.

Se vuoi inviare una newsletter ti consiglio di iniziare a scegliere le parole giuste per convincere i tuoi lettori – abituali o saltuari – a iscriversi a essa. Per quanto riguarda la parte tecnica, puoi usare il form di MailChimp o installare sul tuo sito un plugin adatto.

16611b_RaiYoyo_PostinoPat_BG

RSS

Chi ti conosce già ed è interessato al tuo blog o sito, conosce sicuramente qualche metodo per rimanere aggiornato su di te. (Alcuni usano persino i Preferiti.) Uno dei metodi più antichi e longevi è quello del feed reader, uno strumento che raccoglie il flusso di contenuti generati da una fonte (tu e il tuo sito) e li rende disponibili per chiunque voglia accedervi. Quindi semplicemente chi sarà interessato ai tuoi aggiornamenti molto probabilmente ha già aggiunto il tuo sito al proprio feed reader: un postino puntuale e affidabile che recapita ogni tuo post a chiunque si sia abbonato ai tuoi contenuti. Al contrario della sua collega Newsletter,  non richiede alcuno sforzo particolare da parte tua. Se non quello di scrittura di contenuti sempre eccellenti, perché entrambi hanno come base la volontà e disponibilità del lettore nei tuoi confronti, qualcosa che non puoi permetterti di deludere.
(Se non hai mai utilizzato un feed reader, ti consiglio Feedly così anche tu puoi rimanere aggiornato sui nuovi articoli dei tuoi siti o blog preferiti.

Contenuti di qualità = lettori fedeli e nuovi

Un consiglio non banale è di concentrarti sui contenuti, per suscitare e non far mai spegnere quell’interesse che è il motivo per cui si ritorna sul tuo sito. Gli strumenti per aggiornare sui nuovi contenuti non serviranno a molto se una volta tornati sul vostro sito non si troverà qualcosa di interessante. Si tratta di fidelizzazione del cliente: se il tuo prodotto/servizio non merita fedeltà, difficilmente il tuo cliente/lettore tornerà!
Sia per quelli fedeli sia per catturare l’attenzione di nuovi lettori, non dimenticare i titoli catchy. (Te ne ho parlato la volta scorsa, ricordi?)

 

Ora una mia curiosità: come ti tieni aggiornato sui nostri nuovi post?

Vuoi che la prossima risposta sia per te? Fai una domanda a #SOSPW!

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×