L’importanza di chiamarsi Meta Description

L’importanza di chiamarsi Meta Description
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 1 Pin It Share 0 2 Flares ×

Spesso noi webcosi ci ritroviamo di fronte a termini sconosciuti o dei quali non conosciamo appieno il significato, e il motivo è che una professione che riguarda il veloce mondo del web, sempre in costante evoluzione, corre veloce tanto quanto i cambiamenti: ecco perché è necessario essere sempre aggiornati, informati e studiare i vari aspetti del campo.

Ma non possiamo assolutamente prescindere dalla conoscenza degli elementi basilari che compongono ogni singolo post che ci apprestiamo a scrivere: oggi accendiamo i riflettori sulla meta description, un elemento importante di cui tener conto nella creazione di un articolo per il web.

Cos’è la meta description?

La meta tag description è, tecnicamente parlando, un attributo HTML che offre delle informazioni aggiuntive a un contenuto sul web.

Ok, bando ai tecnicismi, vogliamo andare al sodo: cos’è nella sostanza una meta description e dove la possiamo trovare?

La meta description, come dice il nome stesso, è una descrizione di una pagina web, una frase o periodo breve che serve a spiegare in anteprima di cosa parla quella pagina o, nel caso specifico, quell’articolo in particolare, visualizzabile nei risultati dei motori di ricerca.

Avete presente le vostre quotidiane ricerche sull’amato Google?
Dopo aver inserito la parola relativa all’argomento di cui state per fare una ricerca vi appare una pagina con la lista di risultati inerenti alla vostra richiesta (indicata con l’acronimo SERP): ogni risultato rappresenta una pagina web, ed esattamente sotto il titolo dell’articolo presente tra i vari risultati vi è una breve anteprima di ciò che tratta lo stesso post.

meta description serp

TADAAAAA!
Eccola lì, la nostra amica meta description, ci permette di avere un’anteprima del contenuto dell’articolo direttamente dai risultati di ricerca!

Che aspetto ha la meta description?

Ok, ora che abbiamo capito dove sta di casa la meta description è tempo di conoscere la sua vera anima, nuda e cruda .

Astenersi dalle prossime righe persone particolarmente sensibili alle sembianze intime dei codici HTML.

Trattandosi di un attributo HTML, la meta description può essere inserita tramite un codice del tipo:

<meta name="description" content="A description of the page" />

Tranquilli, non voglio spaventarvi, questa è la reale forma della meta description, ma non è sempre necessario inserirla in un articolo tramite codice HTML, e sapete perché?
Perché per evitarci la fatica arrivano in nostro aiuto i plugin dei CMS, come ad esempio WordPress SEO by Yoast per (l’avreste mai detto?) WordPress, appunto.

Questo plugin, che aiuta a gestire nel complesso svariate funzioni dedicate all’ottimizzazione di un articolo, permette di visualizzare un campo denominato “Meta descrizione“, all’interno del quale non dovrete far altro che inserire il testo della descrizione dell’articolo, che ora sapete sarà visualizzata come prima cosa su Google e gli altri motori di ricerca.

Caratteristiche meta description

Al contrario di quanto si possa pensare, generalmente gli esperti sono concordi sul fatto che la meta description non sia un elemento importante per il posizionamento di una pagina nei risultati di ricerca, ma è bene costruire una descrizione adatta con un uso intelligente della parola chiave del post.

Questa descrizione dev’essere naturalmente accattivante, deve saper convincere il lettore a saperne di più sull’argomento e a cliccare quindi sul titolo del vostro articolo per leggerlo, ma attenzione, ovviamente non potrete inserire un polpettone da Divina Commedia, poiché i motori di ricerca taglieranno parte della descrizione.

In breve è necessario creare una meta description:

  1. Accattivante
  2. Convincente
  3. Lunga quanto basta

Come facciamo per non avere una meta description monca?
Basterà tenersi entro la lunghezza massima visualizzabile di 160 caratteri, scrivendo una descrizione tra i 150 e i 160 caratteri totali.
Quanto un SMS, insomma.

Infine, è necessario ricordare che Google, così come gli altri motori di ricerca, tendono a eliminare le citazioni, ovvero quelle frasi inserite tra le virgolette, dalla visualizzazione della meta description. Di conseguenza, se non volete che parte della descrizione del vostro articolo sia nascosta agli utenti state bene attenti alle virgolette!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 1 Pin It Share 0 2 Flares ×