Portfolio, questo sconosciuto. Ok, conosciamoci!

Portfolio, questo sconosciuto. Ok, conosciamoci!
3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 1 Pin It Share 1 3 Flares ×

La mia esperienza con Mr. Portfolio!

Confesso di aver sentito e pronunciato per la prima volta la parola portfolio non molto tempo fa.
Ero già in quella che mi piace definire la parte consapevole della mia vita, dopo i famosi 16 anni anni da impiegata commercialista e una vita che non mi rappresentava a cui faccio riferimento nella bio.
L’avevo erroneamente contestualizzato solo all’attività di fotografo, quindi non era una cosa di cui mi dovevo preoccupare e questo mi dava un gran sollievo poiché, tra i miei nemici peggiori, c’è da sempre il cugino del portfolio: il famigerato curriculum vitae e le sue mai completamente soddisfatte richieste di: competenze, esperienze, interessi, capacità, conoscenze.
Ore e ore passate cercando di mettere su un paio di fogli A4 tutto ciò che sono dal punto di vista professionale, intellettuale, umano… come se fosse una cosa da nulla!

Blocco-dello-scrittore

Il blocco dello scrittore
Andrea Pesce – Pinterest

Ma la mia ingenua serenità è stata ben presto spazzata via dalla cruda realtà:

se vuoi scrivere sul web, devi avere un portfolio

E non basta averlo, deve essere anche accattivante, originale, creativo, bilanciato; deve interessare il lettore ma non lo deve annoiare, deve fargli capire di cosa sei capace ma non deve essere prolisso, deve essere visual ma non troppo pasticciato, insomma, un po’ come cercare di far contenta una donna quando ha il ciclo!

Così mi sono fatta coraggio e mi sono attivata, era iniziata per me una nuova sfida!

Sono partita dal web, cercando articoli e raccogliendo più informazioni possibili per poi scremarle. Uno dei post più utili, guarda caso, l’ho trovato qui in Palestra: Il portfolio del web writer fai da te della nostra Zia Cin.

Poi ho fatto le prime prove: scrivi, copia, incolla, sistema, ritaglia, riscrivi, cancella, rifai tutto da capo e datti un ordine, ragazza!

Ordine:

  • Scegli i contenuti: articoli, grafiche, newsletters.
  • Scegli un colore di base: ok amo il rosso e rosso sia, scuro però, mi piace di più.
  • Scegli un taglio grafico: elegante/moderno può andare.
  • Impagina i contenuti e dai a tutti lo stesso stile: alcuni proprio non c’entrano niente, via eliminiamoli.
  • Voglio metterci una storia alla fine: ok, la storia della ragazza senza nome.

Comincia a prendere forma e mi sta piacendo!

  • Chiedi qualche parere agli altri: le ragazze del gruppo di Palestra Writer su Facebook! chi meglio di loro?! 🙂
  • Analizza i feedback ricevuti e sistema di conseguenza: è vero, c’è troppo testo e poche immagini, ok taglia qui, aggiungi lì, togli la storia.

E’ prontooo!!! Ce l’ho fatta!

  • Mettilo online su linkedin e sorridi!

Sorridi

1 Comment

  • Maria Posted 19 luglio 2016 17:06

    Articolo ricco di spunti interessanti, grazie 🙂

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 1 Pin It Share 1 3 Flares ×