Scrivere in ottica Seo: cosa bisogna sapere?

Scrivere in ottica Seo: cosa bisogna sapere?
7 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 6 LinkedIn 1 Pin It Share 0 7 Flares ×

“Voglio imparare l’ottimizzazione dei testi per la SEO, avete qualche guida da consigliarmi?”

Molti di voi ci hanno posto più volte la stessa domanda. E noi di Palestra Writer potevamo tirarci indietro? L’argomento è complesso, ma vogliamo provare ugualmente ad approfondire questo importante aspetto che fa parte del lavoro quotidiano di ogni web writer.

I motori di ricerca hanno bisogno di te!

Lo abbiamo ripetuto più volte: il web writer deve saper “corteggiare” il lettore con le parole e “strizzare l’occhio” ai motori di ricerca, affinché posizionino i testi di un blog o di un sito più in alto possibile nei risultati. L’utente medio che interroga Google & Co. (sì, perché esistono anche Bing, Yahoo e tanti altri) non legge oltre la prima pagina, anzi si sofferma al massimo sui primi dieci siti. Va da sé che anche i contenuti, se non ottimizzati in chiave SEO, risulteranno nelle posizioni più basse e, quindi, invisibili a chiunque. I motori di ricerca possiedono degli algoritmi che hanno il compito di “leggere” i contenuti sul web per mezzo di parole chiave ( hai dato un’occhiata al post di Maria Grazia Piemontese?), per poi determinare quanto siano pertinenti con l’argomento googlatoQuante volte compaiono? Dove sono posizionate? Sono utilizzate nel titolo e nell’intestazione?

Cosa sono i contenuti di qualità?

Sono tutti quei testi che soddisfano le esigenze dell’utente. Contenuti utili, quindi, che se grammaticalmente corretti, esaurienti e gradevoli, faranno esclamare al lettore: “Questo testo mi può aiutare!”. In un battibaleno (non così velocemente, eh!) il contenuto sarà condiviso da più persone, ottenendo autorevolezza e un buon posizionamento.

Focus: crea contenuti SEO – friendly

  • Potere alla parola. I motori di ricerca amano il testo e le parole chiave che corrispondono alle necessità del lettore su un determinato argomento. La loro disposizione deve essere naturale e non forzata. Allena la tua capacità di scrittura per inserirle nel modo più spontaneo e logico possibile.

  • Scrivi tutto e subito! L’utente e i motori di ricerca non hanno tempo da perdere: vogliono conoscere l’argomento trattato in uno dei primi paragrafi del testo per poi essere scovato dagli spider.

  • Scomponi il testo. Il web ama testi brevi ma, in alcuni casi, è necessario sviluppare degli approfondimenti che richiedono un maggior numero di parole. La divisione in paragrafi con relativo titolo accompagna il lettore nella navigazione e permette un migliore posizionamento SEO. Utilizza anche i grassetti, i corsivi,  gli elenchi puntati, i link interni ed esterni, ma solo per rendere il tuo testo più interessante.

E per ricapitolare, ecco un’altra guida firmata da Alessandro Scuratti che, ogni giorno sul suo blog Comunicare sul web, dispensa ottimi consigli sulla scrittura per il web e non solo.

Ora che possiedi le basi per scrivere testi in chiave SEO, l’unica cosa da fare è: scrivere, scrivere e scrivere!

La rubrica SOS Personal Trainer si prende qualche giorno di vacanza, ma solo per continuare a raccogliere le domande e a rispondere a tutti i dubbi dei nostri amati palestrati!

Ci vediamo in palestra! 🙂

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

7 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 6 LinkedIn 1 Pin It Share 0 7 Flares ×