Social: e tu hai trovato quello giusto?

Social: e tu hai trovato quello giusto?
1 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 0 Pin It Share 0 1 Flares ×
Fan o followers? Questa è la domanda, parafrasando Shakespeare. Nella selva di social network in cui ci troviamo ad imbatterci quotidianamente, dobbiamo districarci tra persone che ci seguono e che seguiamo, amicizie che stringiamo più o meno virtualmente e pagine di cui siamo fan per i più svariati motivi. E spesso non è facile capire a cosa dare priorità.
Lavorando ormai da anni come social media manager, mi sono sentita rivolgere innumerevoli volta la domanda “su quale social network è meglio essere?” nelle varianti di “meglio Twitter o Facebook, Instagram o Pinterest”. La risposta è sempre, invariabilmente: dipende! Dipende da chi siete, da cosa volete dire, come volete dirlo e con chi volete parlare (non A chi, ma CON chi, ma lasciamo stare precisazioni che ci porterebbero nel territorio del one to many, many to many, one to one e chi più ne ha più ne metta).
Sfatiamo qualche mito
Facebook è il social media per eccellenza, non possiamo non aprire una pagina lì. Disse il cliente che produce viti e bulloni. Non è vero, piuttosto avete mai pensato a LinkedIn? Rispose il social media manager.
Insomma, sono sicura che il mondo dei bulloni abbia segreti che non immaginiamo e che non aspettano altro che essere raccontati con un ottima strategia di storytelling, ma per obiettivi di business magari meglio scegliere altre strade.
Twitter perfetto per il real time? Sì, ma attenzione al tono: se non è adatto a voi o all’immagine vostro brand, forse meglio non avventurarsi e scegliere altro.
Instagram e Pinterest vanno bene se avete delle belle immagini da utilizzare e concetti forti da trasmettere. Magari con un pizzico di originalità.
Insomma: niente preconcetti, i social sono un mezzo, non un fine. Non vincete qualcosa se mettete tutti i bollini sulla scheda. Cercate il dialogo, non la visibilità e ricordate chele persone giuste parleranno con voi solo se saprete andare a trovarli nei luoghi virtuali dove sono abituati ad incontrarsi.
E se voglio divertirmi?
Beh allora ogni social va bene!
Per usare Instagram non dovete essere fotografi e neanche food blogger (non necessariamente), basta un po’ di buongusto per le immagini e tanta voglia di provare a comunicare attraverso di esse.
Facebook? Ovviamente ma non necessariamente. E soprattutto: qualsiasi cosa scriviate, fate attenzione alla vostra reputazione online!
Twitter potete usarlo per gli scopi più diversi: seguire le notizie in tutto il mondo, dire la vostra su fatti di politica e attualità, conversare con i vostri  beniamini, protestare con alcuni servizi clienti più evoluti e persino commentare i programmi tv.
Quindi… usate tutti i social che volete, con un po’ di buon senso e soprattutto: invece di fan e followers fatevi degli amici!
Photo Credit: Pixabay

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

1 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 0 Pin It Share 0 1 Flares ×