Lavoro sul web: differenze tra webwriter, articolisti e blogger

Lavoro sul web: differenze tra webwriter, articolisti e blogger
2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 1 Pin It Share 0 2 Flares ×

Ti sei appena avvicinato al mondo della scrittura online, oppure il lavoro sul web per te non è una novità, ma ancora non conosci le differenze tra le varie figure professionali? Un articolista, un copywriter, un blogger sono la stessa cosa? E come la mettiamo con i webwriter o, addirittura, con i giornalisti online?

Che confusione!

Come abbiamo visto, sono tante le figure professionali sul web, gran parte delle quali accomunate da un unico problema: una difficile settorializzazione, una generale inesistenza di confini ben determinati tra i vari compiti. Se poi aggiungiamo il fatto che, in molti, ancora non conoscono il mondo del lavoro sul web e tutte le sue possibilità, la confusione non può che aumentare, sopratutto tra i “nuovi” del settore. Quante volte avrete assistito a persone che vi guardano basite chiedendovi che cosa fate davanti al PC tutto il giorno, altre che non riescono a seguire una sola parola di quello che state loro spiegando sulla vostra professione o che, ancora, non capiscono la relazione tra internet, computer e guadagno? E non si tratta solo di nonne e zii anziani!

Una prima divisione dei ruoli

Partiamo subito dal più “semplice”: il giornalista che lavora online (e anche offline). Per poter dire di praticare questa professione è necessario essere in possesso di un tesserino, aver seguito determinate procedure per acquisirlo: non ci si inventa giornalisti, anche se, nel mondo del web, ormai c’è davvero tanta confusione anche in questo aspetto.

Poi ci sono gli articolisti: sono coloro che si limitano a scrivere gli articoli, che possono avere singoli clienti che richiedono loro un semplice testo o che si fanno le ossa su uno dei tanti marketplace presenti anche in Italia.

Passando ai blogger vediamo che il confine c’è anche se minimo: questi ultimi, infatti, si occupano (da soli o con una redazione) di gestire un blog, ne seguono il filo, si preparano il piano editoriale e ne gestiscono la pubblicazione.

Il copywriter, invece, cerca di scrivere dei testi mirati, volti a seguire una determinata finalità: cerca di vendere un’idea o un prodotto, ha una scrittura rivolta al marketing e una strategia persuasiva che incita il lettore a compiere una determinata azione (o fine).

Con webwriter, infine, si tende a unire un po’ queste figure professionali: persone che scrivono articoli, seguono i blog, curano l’aspetto SEO e tutte le caratteristiche di un test che deve essere, appunto, pubblicato online.

Settorializzazione sì o no?

E qui il problema si complica. Eh sì, perché, nel mondo del lavoro sul web c’è chi ama inserirsi all’interno di una di queste categorie professionali e chi, invece, le accomuna un po’ tutte. Se la verità, come al solito, sta nel mezzo, è difficile che non si vada a sconfinare: con l’eccezione del giornalista (o lo sei o non ti puoi inventare un titolo) è molto comune che, a seconda dei clienti e delle necessità, si vada a essere blogger e articolisti insieme!

E tu, come la pensi? Ma sopratutto, quando ti chiedono qual è il tuo lavoro, che risposta dai?

Photo Credit: Photl.com

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 1 LinkedIn 1 Pin It Share 0 2 Flares ×